Fundación Euskadi 2021: Responsabilità e dall’entusiasmo

La Fundación Euskadi ha presentato il suo progetto per la nuova stagione. L’incontro è avvenuto a gruppo ristretto, con responsabilità e rispettando tutte le misure di sicurezza per garantire la salute di tutte le persone presenti. Ma è stato seguito via streaming dai soci, coloro che consentono a questo progetto sportivo e sociale di continuare a consolidarsi anno dopo anno con lo scopo di fomentare e divulgare il ciclismo basco e che questa stagione riunisce oltre 350 corridori nella sua struttura di base e professionale.

La struttura sportiva fa affidamento su tre squadre di riferimento: Euskaltel Euskadi, che competerà per la seconda stagione consecutiva nella categoria UCI Pro Team; Laboral Kutxa, che parteciperà per la prima volta nella seconda categoria femminile UCI Women’s Continental Team; e il Laboral Kutxa under 23, che per la prima volta partecipa in qualità di filiale della squadra professionale. Inoltre conta su una struttura di base composta da circa 300 giovani appassionati di ciclismo, suddivisi in diverse scuole di ciclismo con cui collabora in tutta la comunità autonoma dei Paesi Baschi. 

Struttura unica

Si tratta di una struttura unica nel plotone internazionale, poiché quello della Fondazione è l’unico progetto che fa affidamento su tutta la piramide del vivaio, sia nella categoria maschile che in quella femminile. “Un aspetto distintivo di cui siamo molto orgogliosi e con cui vogliamo potenziare il nostro DNA e trasmettere i nostri valori a tutta la struttura, dei valori basati sul lavoro, la serietà, l’impegno, la disciplina, il rispetto e l’ambizione di continuare a migliorare e a consolidare questo progetto locale che ha la sua particolare e unica visione di concepire lo sport”, ha precisato Jesús Ezkurdia, General Manager della Fondazione. 

 l’unico progetto che fa affidamento su tutta la piramide del vivaio, sia nella categoria maschile che in quella femminile

Un progetto che ha il supporto di 26 marchi collaboratori, di oltre 1.600 soci e socie e di un gruppo sociale notevole. Orbea, Euskaltel, Laboral Kutxa, Etxeondo e DBA anche quest’anno sono gli sponsor principali, rinnovando l’impegno nel supportare un progetto sportivo e sociale fondato sulla cooperazione, il lavoro di squadra e la cultura aziendale. 

La Fondazione ha voluto ringraziare per “il supporto incondizionato” di tutti i marchi collaboratori, “e maggiormente nella situazione attuale, con la crisi derivante dalla pandemia. Il loro supporto incondizionato ci sta consentendo di porre le basi per questo progetto appassionante. Adesso tocca alla Fondazione restituire la fiducia che hanno riposto in noi. Non possiamo garantire vittorie, ma garantiamo che in fatto di lavoro, entusiasmo, superamento e ambizione non ci batte nessuno. E naturalmente, la responsabilità, privilegiando la salute di tutta la nostra struttura sociale; siamo consapevoli che nella situazione che stiamo vivendo, l’importante è la salute”.

L’altro fondamento della Fondazione sono i suoi oltre 1.600 soci

Marea arancione

L’altro fondamento della Fondazione sono i suoi oltre 1.600 soci e una marea arancione in costante fermento che questa stagione dovrà trattenere il suo desiderio di tingere le strade di arancione, ma che non smette di incoraggiare costantemente sia il progetto che le e i ciclisti della Fondazione. 

La Fondazione ha confermato la sua intenzione di migliorare i canali di comunicazione, sia con le persone associate che con la marea arancione. Alle abituali pedalate o visite alle Scuole di Ciclismo, che continueranno a organizzarsi se la situazione epidemiologica lo consente, si aggiungeranno altri tipi di azioni che diano l’opportunità alla Fondazione di avvicinarsi ai suoi soci, come i “sorteggi per seguire le tappe da vicino e in diretta o conoscere le e i ciclisti della Fondazione”.

Evoluzione del progetto sportivo 

Ma se c’è qualcosa che ha messo in evidenza la presentazione della Fundación Euskadi, è l’evoluzione del suo progetto sportivo. Un progetto che interessa 50 ciclisti e uno staff tecnico con oltre 20 persone che lavorano per migliorare il rendimento della propria struttura professionale, dove l’Euskaltel Euskadi tornerà ad essere la punta di diamante sotto la guida di Jorge Azanza, che dirigerà la struttura arancione per la settima stagione consecutiva. 

Azanza conterà su 20 ciclisti: 18 erano già presenti nella scorsa stagione, mentre si aggiungono alla squadra Xabier Mikel Azparren, che fa il salto alla squadra professionale da quella filiale, e Luis Ángel Maté, ciclista veterano che arriva dal Cofidis francese. Una squadra di livello che ha iniziato la stagione vincendo la generale con squadre della Clásica Gran Premio di Valencia e che si è prefissata due obiettivi. 

Euskaltel Euskadi tornerà a fare affidamento sui due marchi di riferimento nel panorama del ciclismo. Due marchi locali con un’ampia carriera internazionale come Orbea, che fornirà di biciclette tutta la struttura professionale, ed Etxeondo, incaricata delle maglie. 

“Fundación Euskadi significa per Orbea molto più che un progetto sportivo; è un progetto sociale e locale che ci colloca nella scena mondiale”

ANDER OLARIAGA, responsabile di Marketing di Orbea

Ander Olariaga, “È il nostro impegno per il ciclismo a partire dalla base, il sostegno e lo sviluppo congiunto del vivaio per formare le nuove generazioni con i benefici di una vita basata sullo sport”. Ha inoltre sottolineato il lavoro che svolgono insieme alla Fondazione per lo sviluppo e il miglioramento dei nostri prodotti per migliorare il rendimento della squadra e trasmetterlo successivamente alla nostra comunità”. 

Laboral Kutxa sarà una stagione speciale. Inaugura, la UCI Women’s Continental Team

Per il Laboral Kutxa sarà una stagione speciale. Inaugura una categoria, la UCI Women’s Continental Team, con un maggiore livello competitivo in cui le componenti del team diretto da Ion Lazkano, che dirige anche l’under 23, avranno l’opportunità di confrontarsi con le migliori cicliste del calendario internazionale su strada come l’Itzulia o la Durango-Durango. Con le parole del direttore: “Il salto di categoria servirà per misurare il livello delle nostre cicliste”. Un team che avrà una dozzina di cicliste, di cui sette nuove, che cercheranno di dimostrare il loro valore.

La squadra di base, il Laboral Kutxa under 23, correrà per la prima volta come filiale. Ion Lazkano sarà il loro direttore, e avrà 17 ciclisti ai suoi ordini, con una squadra molto competitiva e un mix molto interessante tra vecchi e giovani. Alla domanda su cosa si aspetta dalla nuova stagione, il nuovo direttore ha le idee chiare: “Vogliamo aiutarli a fare il salto al professionismo. In fin dei conti, è il nostro lavoro”.

Voci relative

4 months fa

Lisa Brennauer ripete il trionfo nella Challenge by La Vuelta con Orca

Lisa Brennauer si è proclamata brillante vincitrice della Ceratizit Challenge by La Vuelta en Madrid, gara che chiude il calendario World Tour femminile di questa stagione. In tal modo, la ciclista tedesca del Ceratizit WNT Pro Cycling Team ripete la vittoria ottenuta nell’edizione precedente.

6 months fa

Brennauer, la regina del Sachsenring

Lisa Brennauer ha conquistato il Sachsenring diventando campionessa tedesca su strada per il secondo anno consecutivo. Il percorso del campionato 2020 consisteva in 28 giri da 3,5 km sulla pista del gran premio di motociclismo. L’ambiente di gara era teso, con tutti gli occhi puntati sulla Brennauer e le sue connazionali, Lin Teutenberg e Kathrin Hammes.  […]

6 months fa

Brennauer, la regina del Sachsenring

Lisa Brennauer ha conquistato il Sachsenring diventando campionessa tedesca su strada per il secondo anno consecutivo. Il percorso del campionato 2020 consisteva in 28 giri da 3,5 km sulla pista del gran premio di motociclismo. L’ambiente di gara era teso, con tutti gli occhi puntati sulla Brennauer e le sue connazionali, Lin Teutenberg e Kathrin Hammes.  […]

Esta web utiliza cookies propias y de terceros para su correcto funcionamiento y para fines analíticos. Al hacer clic en el botón Aceptar, aceptas el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos.
Privacidad