Pachamama

Nonostante storicamente la bici abbia avuto uno scopo prevalentemente agonistico, oggi il ventaglio di scenari in cui ci accompagna si è ampliato, conquistando nuovi orizzonti. Periodicamente il ciclismo cambia pelle, per farsi strada nelle nostre vite e continuare a occupare il suo spazio.

Il fenomeno gravel

Da qualche tempo, nell’ecosistema del ciclismo ha iniziato a germogliare un nuovo modo di vivere: è nato il gravel, per andare oltre la strada. È una disciplina che non ha eguali quando si tratta di raccontare storie.

Significa cose diverse per ognuno. Per alcuni occupa la nicchia tra asfalto e pista, con avventure interminabili su strade inesplorate. Vi sono persone a cui piace combinare la libertà di fare gite più lunghe di un giorno con le possibilità che offe una bicicletta e ciò si traduce in avventure di bikepacking con poco peso. Per altri il gravel è sinonimo di semplicità e il piacere di uscite veloci percorrendo lunghe distanze su piste tranquille o strade non asfaltate.

Per noi, invece, vuol dire essere liberi di spirito e uno strumento per esplorare e raggiungere luoghi poco battuti. Il gravel consente di vivere avventure, vicino e lontano da casa, con una connessione più profonda con l’ambiente e le persone che lo abitano.

Da questo urgente bisogno di avventura che offre, nasce Pachamama.

Che cosa respira Pachamama?

Pachamama è l’ambiente a cui apparteniamo e non viceversa, Madre Natura o la Madre Terra, in cui la vita fiorisce.

Pachamama è nata per entrare in contatto con le persone che hanno una visione delle bici che va oltre le competizioni.

Raccontando le nostre storie, vogliamo incoraggiare gli spiriti avventurosi, siano essi ciclisti o no, a vivere le proprie avventure in bicicletta.

Che cosa propone Pachamama?

Pachamama sarà il primo punto di incontro tra persone che concepiscono il ciclismo e la vita in questa ottica.

Attraverso tale progetto, vogliamo condividere i luoghi selvaggi e le vite e le storie che contengono. Narrazioni i cui protagonisti sono così legati all’ambiente che è difficile separarli.

L’idea non è solo quella di scoprire luoghi sconosciuti ma anche di raccontare storie diverse in posti conosciuti. Vi sarà sempre un elemento gravel e un legame con l’esperienza vissuta dai narratori. Alla fine, verranno raccontate storie sui luoghi e sulla loro gente. Ci accompagni in questo viaggio?

Immergiti in questa avventura, esplora nuovi orizzonti, scopri Pachamama.

Voci relative

1 week fa

C’est Le Tour

Oggi, il ciclismo è delle donne. Di Lisa, di Laura, di Sandra, di Marta, di Kathrin, di Maria e di tutte coloro che hanno pedalato per il loro sport e hanno valorizzato il ruolo della donna. In “C’est Le Tour”, le corritrici del Ceratizit WNT Pro Cycling danno voce al ciclismo femminile attraverso la loro esperienza, mostrando il cammino alle generazioni future.

1 week fa

L’era della resa accessibile

Per coloro che hanno provato solo il cambio meccanico e l’ergonomia, il nuovo Shimano 105 Di2 rappresenta una trasformazione dell’esperienza del ciclismo su strada. Una trasformazione di cui, a partire da ora, si potrà usufruire in due dei nostri modelli più emblematici da strada come l’Orca e l’Orca Aero.

3 months fa

Migliora il tuo allenamento

Nel ciclismo su strada, impegno, perseveranza e dedizione sono l’unico modo per raggiungere l’eccellenza ma, in quest’epoca di dati e tecnologia, molti ciclisti si concentrano sui watt e si allenano in modo più intelligente, non più duro.

Esta web utiliza cookies propias y de terceros para su correcto funcionamiento y para fines analíticos. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos.
Privacidad